Come prepararsi agli esami più comuni

In questa pagina Polo Biomedico Adriatico dà alla propria utenza alcune utili indicazioni per garantire  l'esatta riuscita di un esame chimico-clinico.
Dal momento che le variabili che possono influenzare i test diagnostici sono numerose, Polo Biomedico Adriatico raccomanda di seguire i seguenti consigli di preparazione individuale qui riassunti:


ESAME DEL SANGUE

Digiuno   
Prima di sottoporsi al prelievo è fondamentale osservare un digiuno di almeno 8-12 ore: alcool, zuccheri e caffè possono rendere inattendibili i risultati. Poiché anche il fumo può influenzare i risultati, si raccomanda di non fumare nelle ore che vanno dal risveglio al prelievo ematico. E' consentito bere solo modiche quantità di acqua (1-2 bicchieri).  

Dieta
Nei giorni che precedono il prelievo è opportuno seguire la propria dieta abituale. L'obiettivo degli esami emato-clinici è quello di verificare la quantità e la qualità dei metaboliti presenti abitualmente nel nostro organismo. Un apporto eccessivo di cibo o una dieta restrittiva possono falsare non solo i risultati di laboratorio ma anche le considerazioni cliniche che da essi derivano.  

Esercizio fisico  
E' necessario evitare attività fisica nelle 8-12 h precedenti il prelievo.  Alcune attività come ad esempio la corsa possono influire sulla determinazione di diversi valori (CK, LDH, AST ed altri).

Postura
Studi scientifici hanno dimostrato come i risultati delle diverse analisi possono variare a seconda che il prelievo sia effettuato in posizione eretta, sdraiata o seduta. Tali variazioni sono spiegate dalla diversa distribuzione dei liquidi tra lo spazio intra ed extra-vascolare. Al fine di standardizzare la preparazione del paziente la comunità scientifica consiglia che il paziente esegua il prelievo da seduto e che attenda un minimo di 15 minuti in posizione seduta prima di sottoporsi al prelievo.

Assunzione di farmaci
Fatta salva diversa prescrizione medica, il paziente dovrebbe sottoporsi al prelievo senza aver assunto farmaci.

Variazioni del ritmo circadiano
Alcuni parametri biochimici non sono presenti in quantità costanti per tutto l'arco delle 24 ore. Per tale motivo, onde consentire il confronto dei diversi risultati con i valori internazionali di riferimento, è preferibile sottoporsi al prelievo tra le ore 7 e 10 del mattino.

ESAME DELLE URINE

Per effettuare l'esame delle urine, è necessario utilizzare gli appositi contenitori sterili a bocca larga acquistabili in farmacia o forniti dal laboratorio Polo Biomedico Adriatico.
L'esame delle urine può eseguirsi come esame delle urine di routine (simile a quello per l'urinocultura) o come esame nelle 24 ore.

Raccolta per Urinocultura
Prima di tutto sciacquare i genitali esterni con abbondante acqua e asciugarsi.
E' importante riempire il contenitore con l'urina della prima minzione mattutina. Scartare la prima parte della minzione quindi urinare nel recipiente fino a riempire metà contenitore. Finire di urinare nel water.

Raccolta delle urine nelle 24 ore
Scartare le prime urine del mattino e annotare l'orario.
Successivamente raccogliere tutte le urine delle 24 ore in un unico recipiente acquistabile in farmacia o fornito dal laboratorio di analisi. La raccolta termina la mattina dopo raccogliendo l'ultimo campione di urine.   

ESAME DEL LIQUIDO SEMINALE

Per effettuare l'esame del liquido seminale, il campione deve essere raccolto dopo aver osservato un periodo di astinenza sessuale dai 3 ai 5 giorni. Prima della raccolta, apportare un accurata pulizia dei genitali onde evitare contaminazioni esterne. Il liquido seminale deve essere raccolto solo tramite masturbazione e deve essere raccolto tutto. Porre il campione in  un recipiente fornito dal laboratorio o comprato in farmacia. Consegnare al laboratorio d'analisi Polo Biomedico Adriatico entro 45 minuti dalla raccolta.

ESAME DELLE FECI

Per effettuare l'esame delle feci, munirsi di un recipiente dotato di cucchiaio o paletta, fornito dal laboratorio o acquistato in farmacia.
Emettere le feci in un “vaso da notte”. Raccogliere il campione per mezzo della paletta in dotazione al contenitore succitato. Prelevare più campioni dalla superficie delle feci: è importante che la raccolta del materiale avvenga in 3 o 4 punti diversi. Riempire metà del contenitore a disposizione.  Conservare il campione in frigorifero o in luogo fresco e consegnare al laboratorio d'analisi Polo Biomedico Adriatico appena possibile entro le 24 ore.

Per la ricerca parassitologica è consigliabile raccogliere il campione d'analizzare dalle prime feci del mattino.
Per la ricerca del sangue occulto, raccogliere tre diversi campioni d'analisi  da  tre defecazioni consecutive.


POLO BIOMEDICO SRL - Via Aldo Moro 1, 6 e 41 - 66054 VASTO (CH) - P.IVA e Codice Fiscale 01972680696
TEL. 0873.368863 - FAX 0873.69409


Tutti i diritti riservati - sito realizzato da edysma in conformità agli standards di accessibilità del W3C HTML5 e di Responsive Web Design (RWD)