Antidolorifici ed udito

Secondo i ricercatori del Brigham and Women’s Hospital di Boston la frequente ed eccessiva assunzione di antidolorifici accresce il rischio di perdita dell'udito.

Lo studio che il poliambulatorio Polo Biomedico Adriatico propone di seguito è stato pubblicato nel Febbraio 2012 sulla rivista American journal of Epidemilogy e risulta di particolare interesse per l'esteso campione esaminato costituito da 62 mila donne di età compresa tra i 31 e i 48 anni. Durante il periodo di osservazione, durato 14 anni, circa 10.000 pazienti hanno riferito di aver perso parte delle capacità uditive.

I dati raccolti mostrano che le donne che assumono ibuprofene 2-3 volte alla settimana hanno una probabilità di perdere l’udito superiore del 13% rispetto a quelle che fanno ricorso a questo farmaco meno di una volta alla settimana. L’aumento del rischio è, invece, del 21% per chi assume ibuprofene 4-5 volte alla settimana e del 24% se il farmaco viene assunto 6 o 7 giorni su 7.

L’aumento del rischio è simile nelle donne che preferiscono calmare il dolore con il paracetamolo. Rispetto a quelle che lo assumono meno di una volta alla settimana, infatti, le donne che lo utilizzano 2-3 o 4-5 giorni alla settimana hanno una probabilità di perdere l’udito pari, rispettivamente, all’11% e al 21%.

Nelle conclusioni gli scienziati ipotizzano che i farmaci antinfiammatori non steroidei potrebbero ridurre il flusso del sangue alla coclea compromettendone il funzionamento e determinando ipoacusia. Il paracetamolo, similmente, ridurrebbe alcuni fattori che proteggono la coclea da danni.  

Queste evidenze suggeriscono prudenza nell'assunzione continua degli antidolorifici la cui somministrazione dovrebbe essere sempre monitorata dal medico.

 

Analgesic Use and the Risk of Hearing Loss in Women

 

Sharon G. Curhan, 

Josef Shargorodsky, 

Roland Eavey and Gary C. Curhan

 

 

 

Am. J. Epidemiol. (2012)doi: 10.1093/aje/kws146       

Abstract

Use of analgesics is common and is associated with increased risk of hearing loss in men; however, the relation has not been examined prospectively in women. The authors prospectively examined the relation between frequency of aspirin, ibuprofen, and acetaminophen use and risk of hearing loss among 62,261 women aged 31–48 years at baseline (1995) in Nurses' Health Study II. The outcome was self-reported hearing loss (n = 10,012), and the follow-up period was 1995–2009. Cox proportional hazards regression was used to adjust for potential confounders. During 764,247 person-years of follow-up, ibuprofen use and acetaminophen use were independently associated with increased risk of hearing loss, but aspirin use was not. For ibuprofen, the multivariate-adjusted relative risk of hearing loss was 1.13 (95% confidence interval (CI): 1.06, 1.19) for use 2–3 days/week, 1.21 (95% CI: 1.11, 1.32) for use 4–5 days/week, and 1.24 (95% CI: 1.14, 1.35) for use ?6 days/week (P-trend < 0.0001), compared with use less than once per week. For acetaminophen, the corresponding relative risks were 1.11 (95% CI: 1.02, 1.19), 1.21 (95% CI: 1.07, 1.37), and 1.08 (95% CI: 0.95, 1.22), respectively (P-trend = 0.0007). In this study, use of ibuprofen or acetaminophen (but not aspirin) 2 or more days per week was associated with an increased risk of hearing loss in women.


fonti: Am. J. Epidemiol; benessereblog


POLO BIOMEDICO SRL - Via Aldo Moro 1, 6 e 41 - 66054 VASTO (CH) - P.IVA e Codice Fiscale 01972680696
TEL. 0873.368863 - FAX 0873.69409


Tutti i diritti riservati - sito realizzato da edysma in conformità agli standards di accessibilità del W3C HTML5 e di Responsive Web Design (RWD)