Contratture muscolari? L'utilizzo di farmaci per tempi prolungati potrebbe rivelarsi dannoso

 

L'Agenzia Europea dei medicinali e l' Aifa, l’ agenzia italiana del farmaco, in una nota informativa precisano i potenziali rischi prodotti dal principio attivo tiocolchicoside utilizzato come trattamento adiuvante nelle "contratture muscolari dolorse".Dolore Schiena_Polo Biomedico_Vasto

In particolare l'Aifa precisa che " Tiocolchicoside è un miorilassante disponibile in formulazione orale, iniettabile e topica. Studi preclinici hanno evidenziato che uno dei metaboliti della tiocolchicoside (SL59.0955, noto anche come M2 o 3-demetiltiocolchicina) induce aneuploidia (formazione di un numero anomalo di cromosomi durante la divisione cellulare) a concentrazioni vicine a quelle osservate nell'uomo con l'assunzione della dose orale massima raccomandata di 8 mg due volte al giorno. L'aneuploidia è stata evidenziata come fattore di rischio di teratogenicità, embriofetotossicità/aborto spontaneo, compromissione della fertilità maschile e come potenziale fattore di rischio di cancro. Il rischio è maggiore con l'esposizione a lungo termine."

" Nuovi dati preclinici indicano un potenziale rischio di genotossicità derivante dall'uso di tiocolchicoside per via orale e intramuscolare (IM).

  • Tiocolchicoside per via sistemica deve essere usata solo come trattamento adiuvante delle contratture muscolari dolorose associate a patologie acute della colonna, negli adulti e negli adolescenti di età superiore a 16 anni.
  • Tiocolchicoside non deve essere usata per il trattamento a lungo termine di patologie croniche.
  • Le seguenti posologie devono essere rispettate; le dosi e la durata raccomandate non devono essere superate:
    • Forme orali: la dose raccomandata, che non deve essere superata, è di 8 mg ogni 12 ore, ossia 16 mg/die. La durata del trattamento non deve superare i 7 giorni consecutivi.
    • Forma IM: la dose raccomandata, che non deve essere superata, è di 4 mg ogni 12 ore, ossia 8 mg/die. La durata del trattamento non deve superare i 5 giorni consecutivi.
  • Tiocolchicoside non deve essere usata in gravidanza e durante l'allattamento, né in donne in età fertile che non adottano un adeguato metodo contraccettivo "

Attualmente in Italia i farmaci a base di tiocolchicoside sono: Decontril, Miorexil, Miotens, Moveril, Muscoflex, Muscoril, Relmus, Sciomir, Strialisin, Teraside, Tioside, Tiocolchicoside generici-equivalenti di varie marche

L'invito ai nostri lettori è dunque quello di seguire pedissequamente le indicazioni del proprio medico di fiducia e di non abusare dei farmaci succitati. Il rischio/beneficio nell'utilizzo della tiocolchicoside è buono quando somministrato in acuto e a breve termine ma diventa problematico in caso di abuso e di utilizzo protratto. Invitiamo pertanto ad evitare le autoterapie e ad affidarsi sempre alle cure del medico.

Qui riportiamo il link alle note Aifa

Buona lettura

Laboratorio di analisi e Poliambulatorio medico Bionalisi.Centro medico a Vasto, Chieti, Abruzzo


POLO BIOMEDICO SRL - Via Aldo Moro 1, 6 e 41 - 66054 VASTO (CH) - P.IVA e Codice Fiscale 01972680696
TEL. 0873.368863 - FAX 0873.69409


Tutti i diritti riservati - sito realizzato da edysma in conformità agli standards di accessibilità del W3C HTML5 e di Responsive Web Design (RWD)