Capire le analisi - da ACE a Albumina

In questa pagina proponiamo una sintetica spiegazione su alcune tra le più comuni analisi del sangue, in particolare da ACE ad Albumina, che giornalmente vengono eseguite presso i laboratori analisi partner del Polo Biomedico Adriatico di Vasto, in provincia di Chieti, Abruzzo. Tali spiegazioni hanno valore teorico generico e sono prive di valore diagnostico, poichè il perno delle cure mediche e dei controlli diagnostici, siano essi esami strumentali o analisi del sangue, è il rapporto medico-paziente.

Forniamo alcune informazioni di carattere generale che intendono aiutare i nostri utenti ad orientarsi nel vasto e complicato mondo dell’interpretazione delle analisi del sangue. Per ogni analisi clinica elencata abbiamo descritto la sua funzione, i valori/dosi di riferimento dell’analisi e le circostanze in cui è possibile riscontrare un alterazione dell’analita.

  • ACE (angiotensin converting enzime)

Analisi che indaga l'attività dell'enzima di conversione dell'angiotensina. Questo enzima interviene nella conversione dell'Angiotensina I in Angiotensina II agendo a livello del sistema circolatorio portando alla variazione di valori pressori. In sintesi favorisce la produzione di Angiotensina II, ormone dalla potente azione vasocostrittrice e, dunque, incentivante l'innalzamento pressorio. L'ACE è una glicoproteina di membrana localizzata sui capillari polmonari. Tale premesse rendono ragione del perché questo enzima sia coinvolto in diverse patologie.

Generalmente il valore ACE, riscontrabile con una semplice analisi del sangue, è di 40 nmol/ml/min.

In aumento in caso di: Sarcoidosi, Cirrosi biliare primaria, epatopatia alcoolica, ipertiroidismo, diabete mellito, amiloidosi, mieloma multiplo, malattie polmonari, malattia di Glaucher, lebbra.

In diminuzione in caso di: terapia con ACE- inibitori

Per approfondimenti e curiosità ecco il link consigliato dal Polo Biomedico Adriatico, poliambulatorio medico ed analisi del sangue in partnership con laboratori analisi a Vasto e San Salvo, provincia di Chieti, Abruzzo

  • Acido Urico (Analisi del Siero)

L'acido urico è un metabolita (prodotto di degradazione) degli aminoacidi e delle purine e viene escreto (buttato fuori dall'organismo) dal rene. Questo tipo di analisi è frequentemente consigliata in diversi screening e follow-up (controlli)

Valore di riferimento (ovvero referto analisi nella norma): 2-7 mg/dl

In aumento in caso di: deficit enzimatico ereditario (ipoxantina-guanina-fosforibosil transferasi), Insufficienza renale, gotta, lisi cellulare eccessiva (agenti chemioterapici, radioterapia, leucemia, linfomi, anemia emolitica), acidosi, malattie mieloproliferative. Dieta ricca di purine o proteine, terapia farmacologica (diuretici a basse dosi di ASA, etambutolo, acido nicotinico), avvelenamento da piombo, ipotiroidismo.

Diminuito in: terapia farmacologica (allopurinolo, alte dosi di ASA, probenecid, warfarin, corticosteroidi), deficit di xantina ossidasi, SIADH, deficit tubulare renale (Sindrome di Fanconi), alcolismo, epatopatie, dieta povera di proteine o purine, morbo di Wilson, emocromatosi

Link di approfondimento consigliato da dal Polo Biomedico Adriatico, poliambulatorio medico ed analisi del sangue in partnership con laboratori analisi a Vasto e San Salvo, provincia di Chieti, Abruzzo

  • Aggregazione piastrinica

L'aggregazione piastrinica è ciò che consente l'arresto di emorragie ma anche ciò che in tarda età favorisce la formazione di trombi e coaguli. Una valutazione periodica è spesso indicata in chi assume farmaci anticoagulanti. Questo tipo di analisi del sangue, inoltre, è di semplice esecuzione ed economica.

Valore di riferimento: aggregazione completa generalmente >60%

In aumento in caso di terapia eparinica, emolisi, lipemia, uso di nicotina, disturbi ereditari e acquisiti dell'adesione piastrinica, attivazione e aggregazione

In diminuzione: terapia farmacologica (aspirina, captopril, clofibrato, clorpromazina, clorochinina, antidepressivi SSRI), tromboastenia di Glanzmann, sindrome di Bernard-Soulier, Sindrome di Wiskott-Aldrich, deficit di ciclossigenasi. Nella Malattia di Von-Willebrand l'aggregazione è nella norma mentre l'agglutinazione alla ristocetina è alterata.

Link di approfondimento 

  • Alanina Aminotransferasi (ALT o GPT)

Enzima localizzato, principalmente, all'interno del cuore e del fegato. Catalizza diversi processi metabolici che mirano al catabolismo degli amminoacidi. Valutabile grazie ad analisi del sangue in quanto gli enzimi possono fuoriuscire dalla cellula a seguito di infiammazione e necrosi (morte della cellula). È un'analisi utilizzata frequentemente per valutare lo stato di salute del fegato. Analisi prescritta di routine nella popolazione generale, alcoolisti, soggetti affetti da epatite.

Valori di riferimento:
Maschi: 10-40 U/L
Femmine: 8-35 U/L

Aumentate in: Epatopatie, Abuso di Alcool, impiego di farmaci (es. paracetamolo, statine, FANS, antibiotici, narcotici, steroidi, eparina amiodarone), congestione epatica, mononucleosi infettiva, metastasi epatiche, infarto miocardico, miocardite, gravi traumi muscolari, convulsioni, eclampsia, dermatomiosite o polimiosite, distrofia muscolare, neoplasie maligne, infarto renale, infarto polmonare.

Diminuzione in: uremia, grave malnutrizione, dialisi renale cronica, epatopatia alcolica cronica, impiego di metronidazolo

Approfondimenti, materiale divulgativo, spunti di riflessione e bibliografia consultabile qui. Buona lettura dal Polo Biomedico Adriatico

  • Albumina (analisi del siero)

È una proteina prodotta dal fegato, indispensabile per sostenere il circolo del sangue e dei liquidi in quanto garantisce la giusta pressione osmotica. Spesso questo tipo di analisi viene prescritta in associazione all'analisi dell'elettroforesi proteica.

Valori normali: 4-6 mg/dl

Aumento in: disidratazione (aumento relativo); infusione endovenosa di albumina

Diminuita in: epatopatia, sindrome nefrosica, cattivo stato nutrizionale, rapida idratazione endovenosa, enteropatie protodisperdenti (malattie infiammatorie intestinali), gravi ustioni, neoplasie, malattie infiammatorie croniche, gravidanza, immobilizzazione prolungata, ipervitaminosi A, glomerulo nefrite cronica.

Materiale di approfondimento

 


POLO BIOMEDICO SRL - Via Aldo Moro 1, 6 e 41 - 66054 VASTO (CH) - P.IVA e Codice Fiscale 01972680696
TEL. 0873.368863 - FAX 0873.69409


Tutti i diritti riservati - sito realizzato da edysma in conformità agli standards di accessibilità del W3C HTML5 e di Responsive Web Design (RWD)