Giornata Mondiale della Tiroide

Il Laboratorio di analisi e Poliambulatorio Polo Biomedico Adriatico di Vasto aderisce alla giornata mondiale della tiroide, un'occasione per offrire ai propri clienti un controllo gratuito per la prevenzione delle patologie tiroidee.

Per l'intera mattinata del 25 Maggio, presso l'ambulatorio di endocrinologia del Poliambulatorio Polo Biomedico Adriatico di Vasto sarà possibile usufruire gratuitamente delle seguenti prestazioni medico-specialistiche: 

  • Anamnesi endocrinologica
  • Esame obiettivo del collo
  • Ecografia del collo ove ritenuta necessaria dallo specialista

Coordinatore dell'evento: dr. Vittorio Petrella, medico specialista in Endocrinologia.

A tutti coloro che usufruiranno di queste prestazioni, Polo Biomedico Adriatico riserverà un ulteriore vantaggio: uno sconto personale del 20% su tutte le analisi del sangue eseguite presso la struttura di Vasto in via Aldo Moro, 9/16. Lo sconto sarà fruibile entro 30 giorni dall'evento. 

L'accesso alle prestazioni mediche indicate sarà libero e dalle ore 8.30 alle 12.30. Per informazioni contattare la segreteria Polo Biomedico Adriatico allo 0873/364508 

Di seguito riportiamo il testo informativo relativo alla Giornata Modiale della Tiroide 2013.

Laboratorio di analisi e poliambulatorio Polo Biomedico Adriatico, Vasto, Chieti 

 

25 Maggio 2013

Giornata Mondiale della Tiroide 

La tiroide è la ghiandola endocrina preposta alla sintesi e alla secrezione degli ormoni tiroxina, (T4) e triiodotironina (T3), che hanno nello iodio un elemento strutturale essenziale. Nell'adulto gli ormoni hanno importanti effetti sulla regolazione del metabolismo basale, sull'apparato cardiovascolare, sul metabolismo lipidico e glicidico, e sul metabolismo osseo e svolgono un ruolo centrale nello sviluppo nervoso e scheletrico del feto e del bambino. 

La causa più frequente di patologia tiroidea nella popolazione mondiale è la carenza alimentare di iodio che si manifesta con un aumento di volume della tiroide (“gozzo”) con formazione di noduli.

La più efficace prevenzione del gozzo e dei noduli tiroidei è la iodoprofilassi, facilmente attuabile mediante l’uso di
sale fortificato con iodio, ovunque ampiamente disponibile. Con il diffondersi dell’ecografia tiroidea, spesso si riscontrano noduli asintomatici, di dimensioni anche molto piccole (inferiori al centimetro), con una frequenza che aumenta
progressivamente con l’età e pone il problema di una possibile presenza di tumore della tiroide. Fortunatamente, i tumori maligni della tiroide sono rari (circa l’1% di tutti i noduli tiroidei) e sono suscettibili di terapie efficaci nella maggior parte dei casi.

Le malattie della tiroide sono di frequente riscontro nella popolazione generale, con una forte predilezione per il genere femminile, e possono colpire tutte le età compresa l’età fetale e neonatale.
L’ipotiroidismo può essere riscontrato nell’8-10 % della popolazione generale, ma oltre i 75 anni può colpire 1 su 5 donne. Resta spesso non diagnosticato perché lieve e si manifesta con sintomi sfumati e clinicamente non rilevanti.
L’ipertiroidismo clinicamente manifesto colpisce invece il 2-3% della popolazione generale, ma la prevalenza delle forme più lievi raggiunge il 5-6%, specie nelle fasce di età più avanzate. La frequenza dell’ipertiroidismo legato al gozzo nodulare, piuttosto che autoimmune, è fino a due volte più elevata nelle aree di carenza iodica rispetto a quelle
iodo-sufficienti. Sia l’ipertiroidismo che l’ipotiroidismo, una volta diagnosticati, possono essere curati con relativa facilità.

D’altra parte, gli esami ecografici “a tappeto” su ampie fasce di popolazione non devono rappresentare uno strumento di diagnosi indiscriminata di patologia tiroidea, vista la bassa percentuale di tumori maligni presenti nei soggetti affetti da nodularità tiroidea. Si rischia pertanto, con uno screening universale, di creare inutili preoccupazioni.

Le società scientifiche endocrinologiche mondiali raccomandano infatti un utilizzo mirato e non su larga scala dell’esame ecografico della tiroide. E’ compito dello specialista selezionare quei casi che richiedono un approfondimento diagnostico e terapie adeguate. Se la patologia tiroidea è diagnosticata nella fase iniziale non presenta difficoltà di cura. Nelle aree dove la popolazione ha un adeguato apporto alimentare di iodio un fattore che gioca un ruolo fondamentale nello sviluppo delle
malattie della tiroide è l’autoimmunità, che può dare origine ad ipotiroidismo (tiroidite di Hashimoto), o ipertiroidismo (morbo di Basedow).

 

LA MANIFESTAZIONE E’ PROMOSSA DA:

Associazione Italiana della Tiroide (AIT)
www.associazioneitalianatiroide.org

Associazione Medici Endocrinologi (AME)
www.associazionemediciendocrinologi.it

Società Italiana di Endocrinologia (SIE)
www.societaitalianadiendocrinologia.it

Comitato Associazione Pazienti Endocrini (CAPE)

La Giornata Mondiale della Tiroide si celebra il 25 maggio 2013. Scopo della manifestazione è sensibilizzare l'opinione pubblica e il mondo scientifico sui crescenti problemi legati alle malattie della tiroide, con particolare riguardo all'azione preventiva della iodoprofilassi.

La manifestazione è patrocinata da: 
ŸMinistero della Salute
ŸAssociazione Italiana di Medicina Nucleare
ŸClub delle U.E.C. - Associazione delle Unità di Endochirurgia Italiane
ŸFederazione Italiana di Endocrinologia, Diabetologia, Andrologia, Metabolismo e Obesità
ŸFederazione Nazionale Ordine dei Medici Chirurghi (FNOMCEO)
ŸInternational Council for the Control of Iodine Deficiency Disorders (ICCIDD)
ŸSocietà Italiana di Endocrinologia e Diabetologia Pediatrica (SIEDP)
ŸSocietà Italiana di Ginecologia e Ostetricia (SIGO) 


POLO BIOMEDICO SRL - Via Aldo Moro 1, 6 e 41 - 66054 VASTO (CH) - P.IVA e Codice Fiscale 01972680696
TEL. 0873.368863 - FAX 0873.69409


Tutti i diritti riservati - sito realizzato da edysma in conformità agli standards di accessibilità del W3C HTML5 e di Responsive Web Design (RWD)