Le politiche europee per la Salute

Nell'ambito dell'iniziativa europea "Insieme per la salute", è appena partito il Terzo Programma dell'UE
sulla Salute
per gli anni 2014-2020 (che segue quello per gli anni 2008-2013), frutto della volontà di creare nella Regione Europea un modello condiviso di buone pratiche di Salute. I suoi obiettivi Bandiera europeaprincipali sono:

  1. Promuovere la salute, prevenire le malattie e incoraggiare ambienti favorevoli a stili di vita sani tenendo conto del principio "la salute in tutte le politiche"

  2. Proteggere i cittadini dell'Unione da gravi minacce sanitarie transfrontaliere

  3. Contribuire alla creazione di sistemi sanitari innovativi, efficienti e sostenibili

  4. Facilitare l'accesso a un'assistenza sanitaria migliore e più sicura per i cittadini dell'Unione.

I 53 Paesi europei, in occasione della sessione del Comitato Regionale per l’Europa dell’OMS, hanno approvato nel settembre 2012 un nuovo modello di politica europea per la salute riferito all'Europa, basato su valori ed evidenze, denominato Salute 2020Tale modello ha come obiettivo il miglioramento della salute di tutti e la riduzione delle diseguaglianze, attraverso una migliore leadership e governance per la Salute, focalizzandosi sui principali problemi odierni. In generale, Salute 2020 individua quattro ambiti interconnessi ed interdipendenti di azione politica:

  1. Investire sulla salute adottando un approccio che si riferisce all’intero ciclo di vita e mirando all’empowerment delle persone - "Favorire il mantenimento di un buono stato di salute lungo l’intero corso della vita aumenta la speranza di vita in buona salute e la longevità apportando degli importanti benefici economici, sociali e individuali. (...) Il miglioramento della salute e dell’equità inizia dalla gravidanza e dallo sviluppo nella prima infanzia. I bambini sani apprendono meglio, gli adulti sani sono più produttivi e gli anziani in buona salute possono continuare ad apportare il loro contributo attivo nella società. L’invecchiamento sano e attivo rappresenta una priorità politica e una delle principali priorità della ricerca"

  2. Affrontare le principali sfide per la salute della Regione relative alle malattie non trasmissibili e trasmissibili - "Per contrastare con successo il carico elevato di malattie non trasmissibili all’interno della Regione, è necessario adottare una combinazione di approcci. Salute 2020 promuove l’implementazione di approcci integrati, trasversali al governo e alla società, già concordati in altre strategie regionali e mondiali, poiché è sempre più riconosciuto l’impatto limitato delle azioni intraprese per influenzare i comportamenti individuali"

  3. Rafforzare i servizi sanitari con al centro la persona, le capacità in sanità pubblica e la preparazione, la sorveglianza e la risposta in caso di emergenza - "Salute 2020 prosegue l’impegno nell’approccio basato sulle cure primarie, uno dei fondamenti dei sistemi sanitari del XXI secolo. Le cure primarie possono rispondere ai bisogni attuali, promuovendo la creazione di un ambiente favorevole per instaurare delle partnership e incoraggiando le persone a partecipare alle cure in modo nuovo e a prendersi maggiormente cura della propria salute. Utilizzare a pieno gli strumenti e le innovazioni del XXI secolo, come le tecnologie della comunicazione (documenti digitali, telemedicina e e-health) e i social media, può contribuire a migliorare le cure e a renderle più convenienti da un punto di vista costo-efficacia. Sono principi importanti: riconoscere i pazienti come una risorsa e come partner e promuoverne l’assunzione di responsabilità rispetto agli esiti di salute"

  4. Creare comunità resilienti e ambienti favorevoli - "Sviluppare resilienza è un fattore-chiave per la tutela e la promozione della salute e del benessere, sia a livello individuale che di comunità. Le comunità resilienti reagiscono in modo proattivo a situazioni nuove o avverse, si preparano a cambiamenti economici, sociali e ambientali e affrontano meglio la crisi e le difficoltà. Il movimento delle Città e delle Comunità Sane dell’OMS fornisce molteplici esempi su come si costruisce questo tipo di resilienza, soprattutto coinvolgendo la popolazione locale e generando un senso di appartenenza della comunità rispetto ai temi della salute. Altre reti che partono dal livello locale forniscono esperienze simili – come le scuole o gli ambienti di lavoro che promuovono salute".

 

L'iniziativa dell'UE "Insieme per la salute" sostiene la strategia Europa 2020,  che punta a trasformare l'Unione europea in un'economia intelligente, sostenibile e inclusiva capace di promuovere la crescita per tutti.


Polo Biomedico Adriatico Laboratorio e Poliambulatorio Medico

 


POLO BIOMEDICO SRL - Via Aldo Moro 1, 6 e 41 - 66054 VASTO (CH) - P.IVA e Codice Fiscale 01972680696
TEL. 0873.368863 - FAX 0873.69409


Tutti i diritti riservati - sito realizzato da edysma in conformità agli standards di accessibilità del W3C HTML5 e di Responsive Web Design (RWD)