Uno sguardo sul futuro: in arrivo nuove Analisi del Sangue per il Tumore della Prostata

All’89° congresso della Società Italiana di Urologia (SIU), tenutosi dal 15-18 ottobre 2016 a Venezia, è stato presentato un nuovo test del sangue: il 4K score.

tumore della prostataQuesta nuova analisi del sangue potrà affiancare il tradizionale test PSA, per una diagnosi più precisa e per evitare il ricorrere alle biopsie nel 60% dei casi.

L’analisi del sangue “4K Score” consiste nella determinazione di 4 molecole della famiglia del PSA: il PSA totale, il PSA libero, il PSA intatto e la callicreina 2. Questi dati, unitamente alla visita urologica e all’anamnesi del paziente, potranno ridurre significativamente il numero di falsi positivi e fornire elementi importanti per una corretta diagnosi.

I candidati ideali per il 4K Score sono pazienti che non si sono mai sottoposti ad una biopsia e con una visita digito-rettale non sospetta oppure che hanno un esito di biopsia negativa e una visita digito-rettale dubbia ma, in entrambi i casi, un PSA costantemente elevato di cui non si riesce a spiegare l’origine.

Il 4K Score è un test ancora non ufficialmente validato per una sua applicazione su vasta scala.  In attesa che il futuro diventi realtà e che anche i laboratori del Gruppo Polo Biomedico Adriatico possa proporre quest’arma in più contro il tumore alla prostata, gli urologi sottolineano l’importanza del “vecchio” test del PSA evidenziando che non è solo un marcatore utile per individuare il tumore alla prostata, ma anche un indicatore dell’ipertrofia prostatica benigna.

Per chi volesse saperne di più riportiamo in calce i link.

Buona lettura,
Laboratori del Gruppo Polo Biomedico Adriatico
Laboratorio di Analisi Polo Biomedico Adriatico di Vasto (Chieti)
Laboratorio Analisi Gram di San Salvo (Chieti).
Fonti qui e qui

 


POLO BIOMEDICO SRL - Via Aldo Moro 1, 6 e 41 - 66054 VASTO (CH) - P.IVA e Codice Fiscale 01972680696
TEL. 0873.368863 - FAX 0873.69409


Tutti i diritti riservati - sito realizzato da edysma in conformità agli standards di accessibilità del W3C HTML5 e di Responsive Web Design (RWD)